Scarafaggio

Gli scarafaggi – a volte ci sono anche se non si vedono...

Gli scarafaggi sono insetti che amano la tranquillità: infatti vivono in luoghi bui e nascosti, dove non sono disturbati da luce e da rumori. Per questo non è facile vederli anche se ci sono.

Ambiente apparentemente pulito

Se non li si va a disturbare, durante il giorno è praticamente impossibile vederli, a meno che non si sposti un mobile/un elettrodomestico o si apra un tombino/un pozzetto. La notte gli scarafaggi sono più attivi e, se presenti, è facile sorprenderli mentre vanno…” a passeggio” accendendo una luce all’improvviso.

In estate, con le alte temperature, gli scarafaggi si riproducono di più e sono più attivi: quindi è più facile vedere tracce della loro presenza, come ad esempio insetti morti od esuvie (involucri che gli scarafaggi perdono dopo avere completato una muta).

Blatte o scarafaggi?

I due termini sono praticamente sinonimi, anche se in linguaggio comune si tende ad indicare con blatta gli scarafaggi marroni e di piccole dimensioni (nomi scientifici Blattella germanica e Supella longipalpa) e con scarafaggio le specie più grandi e di colore nero (come Blatta orientalis). Periplaneta americana, nonostante le sue grandi dimensioni viene chiamata “blatta rossa”.

Da dove arrivano?

Gli scarafaggi possono “invadere” gli ambienti attraverso piccoli spazi come crepe e fessure, grazie al loro corpo appiattito  che permette loro di insinuarsi pressochè ovunque.

Si riproducono deponendo nell’ambiente dei piccoli involucri denominati ooteche, che a loro volta contengono 10-20 uova ciascuna. Le ooteche possono essere deposte all’interno di materiale da imballo (ad es. cartoni, termoretratti….)  e viaggiare così assieme alle merci! In questo modo si possono sviluppare focolai di infestazione anche in ambienti che ne erano esenti.

Le colonie di scarafaggi si possono formare e sviluppare in ambienti bui, umidi e di solito poco ispezionati come dietro gli elettrodomestici, sotto i lavandini, nei pozzetti e nelle reti fognarie; la presenza di detriti e di rifiuti ne può favorire lo sviluppo. Se non si interviene per controllare l’infestazione da scarafaggi, la situazione con il tempo può diventare molto difficile, specialmente in condizioni favorevoli a questi insetti come il clima caldo-umido.

Prima di chiamare il disinfestatore

Per creare un ambiente sfavorevole alla presenza degli scarafaggi e per minimizzare i rischi di una loro diffusione è bene individuare quali possano essere le vie di introduzione e di diffusione: magazzini, merci, crepe, fessure, passaggi di canaline e tubazioni, pozzetti…ed intervenire poi sull’igiene generale e sulla manutenzione delle strutture. Il livello di igiene generale è ovviamente molto importante non solo per prevenire le infestazioni ma soprattutto per facilitarne il controllo in caso di infestazione. Esistono sul mercato prodotti che possono aiutare a controllare le infestazioni da scarafaggi, ma in caso di forti infestazioni è consigliabile rivolgersi a un’impresa di disinfestazione professionale.

Scarafaggi
Approfondimento tecnico
Biologia e comportamento degli scarafaggi
Approfondisci
Disinfestatori BPP
Imprese di disinfestazione selezionate
Vai all'elenco