Maxforce FUSION: nuova matrice per un controllo completo

I moderni gel per il controllo della blatte agiscono rapidamente, eliminando gli insetti adulti in poco tempo; ma il controllo delle forme giovanili delle blatte può essere molto più complicato. Bayer ha introdotto un nuovo insetticida in gel che agisce rapidamente, anche contro le forme giovanili.

Gel con microsfere

L’impiego degli insetticidi in gel per il controllo delle blatte è un metodo di controllo utilizzato da molti anni nell’industria del Pest Control, e quasi tutti i produttori di insetticidi hanno nella loro offerta delle esche in gel per le blatte. Negli ultimi 10 anni l’utilizzo mirato di questi prodotti ha progressivamente sostituito, almeno in parte, l’utilizzo di prodotti liquidi per trattamenti murali. Questa tendenza si può considerare come estremamente positiva per le imprese di disinfestazione e per i loro committenti, anche se alcuni esperti ritengono che la selettività di questi prodotti possa aver portato anche alla ri-emergenza di altri infestanti come le cimici dei letti.

L’efficacia di queste esche in gel deriva dal risultato della combinazione tra una matrice estremamente attrattiva, basata su materie prime di origine alimentare, e l’attività insetticida della sostanza attiva: se l’ingestione dell’esca da parte delle blatte è marcata, il gel le elimina in modo completo. La tendenza da parte delle industrie produttrici è quella di migliorare ulteriormente la rapidità d’azione dei gel, dal momento che il miglioramento di questo aspetto aumenta l’accettazione di questo metodo di controllo da parte dell’utente finale (committente).

Controllo delle forme giovanili delle blatte

Il “punto debole” degli insetticidi in gel presenti sul mercato è che le forme giovanili delle blatte sono più difficili da raggiungere e da eliminare rispetto agli insetti adulti.

Fin dal 2009 Bayer CropScience ha intrapreso lo sviluppo di un gel per le blatte che contenesse dei coformulanti particolarmente attrattivi inclusi in microsfere comprese nella matrice. Fin dalle prime osservazioni è stato possibile rilevare come questo nuovo gel avesse  uno spiccato effetto sulle forme giovanili di Blattella germanica.

In natura una popolazione di B. germanica è costituita per la gran parte da forme giovanili: poiché esse hanno un “raggio d’azione” ridotto rispetto agli insetti adulti, sono molto più numerose all’interno dei nascondigli delle blatte che rispetto alla loro periferia. In aree come sotto i lavelli e sotto o dietro i frigoriferi, le nostre prove indicano un rapporto sostanzialmente costante di 60:40 tra forme giovanili e adulti (rilevato con trappole collanti).

L’applicazione delle esche in gel modifica questo rapporto: infatti, nonostante il trattamento provochi una riduzione complessiva della numerosità della popolazione di blatte, le trappole per il monitoraggio contengono una proporzione maggiore di forme giovanili, mentre la proporzione di adulti. Questo indica chiaramente che gli insetticidi in gel sono in grado di raggiungere e di eliminare in maniera preferenziale gli insetti adulti, mentre le forme giovanili sopravvivono in percentuale maggiore.

Prova di campo

Effetti sulla popolazione sono stati studiati più nel dettaglio in una prova di campo effettuata nel Sud della Francia. In tale prova due prodotti già in commercio ed il nuovo gel sono stati applicati in 10 appartamenti infestati da Blattella germanica. Cinque appartamenti non trattati sono stati utilizzati come Controllo non trattato. Per monitorare il livello di infestazione sono state utilizzate delle trappole collanti, collocate e mantenute durante la notte in postazioni comunemente monitorate, come sotto i lavelli e sotto i frigoriferi. Prima dei trattamenti i conteggi delle trappole variavano da 28 a 459 blatte per appartamento.

Già entro la prima settimana dal trattamento con i gel si è osservata una drastica riduzione del numero di blatte negli appartamenti trattati. Come ci si poteva aspettare, l’analisi delle catture nelle trappole collanti ha mostrato un relativo incremento delle forme giovanili rispetto agli adulti nei due appartamenti trattati con i due prodotti in gel già in commercio. Al contrario, negli appartamenti trattati con il nuovo gel con microsfere solo un piccolo numero di forme giovanili sono state ritrovate nelle trappole collanti dopo due settimane dal trattamento: la loro assenza può essere spiegata solo con il pieno successo del trattamento.

Implicazioni per il controllo delle blatte

L’eliminazione il più completa possibile degli stadi giovanili delle blatte costituisce un importante fattore per il pieno successo dell’intervento; infatti sul campo accade spesso che il trattamento non porti ad una eliminazione completa dell’infestazione da blatte e che si verifichi una re-infestazione. Vi sono due possibili spiegazioni per questo fenomeno: una prima potrebbe essere che le blatte invadano l’ambiente trattato provenendo da un ambiente vicino non trattato; una seconda, e forse la più rilevante, che le forme giovanili sopravvivano al trattamento e diventino adulti in età riproduttiva. Detto in altri termini: minore è il numero di ninfe e neanidi che sopravvivono al trattamento, minore sono le probabilità di re-infestazione.

Riassumendo, Maxforce FUSION non solo fornisce ottimi risultati sugli insetti adulti, ma permette di conseguire ottimi risultati anche nel controllo delle forme giovanili. Maxforce FUSION adotta una nuova matrice nella quale gli ingredienti sono contenuti in speciali microsfere protette, una tecnologia di formulazione dei gel insetticidi completamente nuova.

Per uso professionale. E’ un Presìdio Medico Chirurgico registrazione n° 19852 del Ministero della Salute; leggere attentamente le Avvertenze e le Modalità d’impiego riportate in etichetta.