Scarafaggi - 6 errori da evitare nel trattamento con i gel

Gli scarafaggi sono una delle specie più robuste e adattabili dell'intero pianeta e sono quindi in grado di sopravvivere ai nostri trattamenti sfruttando anche i nostri errori

Daniel_Scarrafoni

Il trattamento delle infestazioni da scarafaggi con i gel è  un intervento tra i più frequenti per i disinfestatori.

Prodotti insetticidi come Maxforce PLATIN e Maxforce PRIME sono ben conosciuti e i tecnici sono preparati per utilizzarli al meglio.

Vi sono però alcuni piccoli errori che possono compromettere la perfetta riuscita del trattamento di deblattizzazione e creare insoddisfazione nel cliente. Vediamoli insieme.

  1. Evitare il sotto-dosaggio, attenetevi strettamente ai dosaggi indicati in etichetta (gocce di gel/metro quadrato), valutate il livello di infestazione anticipatamente in modo da applicare il dosaggio più corretto. Ricordatevi che Blattella germanica si arrampica, quindi le gocce di gel vanno applicate nelle tre dimensioni e non su un solo piano.
  2. Non effettuare trattamenti con insetticidi residuali e trattamenti con i gel nelle stesse aree, non otterrete un miglior risultato anzi potreste vanificare il vostro trattamento in quell'area. Se risulta effettuato un trattamento residuale nell’ambiente, è consigliabile lasciare trascorrere almeno 4-5 settimane prima di intervenire con il gel. Se tecnicamente fosse necessario effettuare un trattamento con insetticida liquido contemporaneamente a quello con il gel, prediligere prodotti poco residuali.
  3. Non buttare scarafaggi morti nella spazzatura del committente, infatti se le femmine portavano ooteche queste si potrebbero schiudere e l'infestazione sarà nuovamente presente. Inoltre gli insetti morti potrebbero attrarre altri infestanti come mosche e formiche.
  4. Tornare sempre ad effettuare un sopralluogo dopo 7-14 giorni, anche se il cliente assicura che tutto è risolto. E' importante verificare il risultato del trattamento e l'eliminazione completa dell'infestazione. A volte per risolvere l’infestazione potrebbe essere necessario effettuare un secondo trattamento.
  5. Non utilizzare sempre lo stesso gel nello stesso sito trattato,  questo aiuterà ad evitare l'insorgenza di un'avversità all'esca che può svilupparsi in Blattella germanica.
  6. Non trattare tutte le specie di scarafaggi nello stesso modo: ad esempio Blattella germanica e Blatta orientalis hanno abitudini alimentari e riproduttive molto diverse tra di loro. Per cui va bene utilizzare lo stesso prodotto in gel per entrambe le specie, ma le modalità applicative ed il posizionamento delle gocce saranno molto diversi tra loro.

In questo sito troverete molto materiale riguardante sia le diverse specie di scarafaggi sia le modalità d'impiego dei prodotti.

Maxforce PLATIN e Maxforce PRIME sono Presidi Medico Chirurgici, leggere attentamente l'etichetta prima dell'uso.