Afidi

Aphids

Possono produrre 40 differenti generazioni di prole in una sola stagione

Classificazione

Nome scientifico Aphidoidea

Morfologia: questi insetti hanno un tegumento soffice e sono di modeste dimensioni: fino a 7 mm di lunghezza, possono, anche all'interno di una stessa specie, avere due forme attera (priva di ali) o alata. Il loro apparato boccale presenta un lungo stiletto col il quale sono in grado di perforare il tessuto vegetale e quindi nutrirsi.

Sintomi: questa famiglia di insetti si nutre della linfa delle piante direttamente succhiandola dai vasi floematici (insetti fitomizi). Per nutrirsi questi insetti forano il tessuto delle piante fino a raggiungere i vasi linfatici, ciò porta a gravi danni sopratutto su piante in stadio giovanile che presentano perdita di colore e distorsione fogliare. Inoltre gli afidi immettono all'interno della pianta la saliva, che grazie agli enzimi litici in essa presente, aumenta gli amminoacidi liberi e le sostanze azotate nella linfa, portando a squilibri metabolici e senescenza nelle piante colpite. Un infestazione da afidi è anche riconoscibile per la grande produzione di melata di questi insetti che impregnano i rami e le foglie delle piante colpite. Infine l'azione di questi insetti può favorire infestazioni secondarie quali virosi o fumaggini.

Altri infestanti

Mosca Bianca

Trialeurodes vaporariorum, Bemisia tabaci

Vai alla Scheda